Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fwww.csoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F70-spettacoli%2Fteatro%2F1105-presentazione-del-libro-la-danza-delle-mozzarelle-spettacolo-la-fame%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Luglio
07
2015

Presentazione del libro "La danza delle mozzarelle" + Spettacolo "La fame"

Scritto da c.s.o.a. Angelina Cartella

Venerdì 17 luglio al Cartella all’insegna del cibo
Alle 19.00 presentazione del libro “La danza delle mozzarelle”
Alle 22.00 la performance teatrale “La fame”

Sarà il cibo il filo conduttore delle iniziative in programma al Cartella per il 17 luglio, il cibo come esempio di una sperequazione sociale che si accentua sempre più.

Si partirà alle ore 19.00 con la presentazione del libro “La danza delle mozzarelle” e l’incontro con l’autore Wolk Bukowski. Il volume, edizioni Alegre, è una dura messa a nudo della retorica del cibo etico, a partire dal 1987 e il manifesto di Slow food per arrivare all’odierno Expo, passando per Eataly e tutta la tiritera dei prodotti bio, ormai nicchia commerciale nella Grande Distribuzione Organizzata. Wolf Bukowski, scrittore e guest blogger del sito dei Wu Ming, attacca frontalmente gli interessi e le connivenze di chi, partendo e prosperando “a sinistra”, riciclando e riproponendo parole e pensieri di “sinistra”, ha un rapporto organico con pezzi di imprese e pezzi di economia che guardano e agiscono solo in funzione del mercato. Con la prospettiva che il cibo buono, il cibo etico, il cibo sano, sarà il cibo dei ricchi, e i poveri, magari gli stessi poveri che il cibo sano lo producono, saranno costretti a mangiarsi lo schifo imposto dalla GDO.

Per contrastare questa deriva diventa necessario contrapporre l’esigenza di redistribuzione della ricchezza per nutrire davvero il pianeta, e le sperimentazioni di autoproduzione e autodistribuzione come, in piccolo, si cerca di fare con la Fiera della Decrescita. E i prodotti provenienti da questi circuiti saranno la base della cena sociale in programma alle 21.00.

Al termine della cena la compagnia romana “Teatri della Viscosa” presenterà “La fame”, un viaggio nella Commedia dell’Arte dove Arlecchino e Pulcinella, rappresentanti rispettivamente di Nord e Sud Italia, stretti nella morsa della fame si contendono il tanto agognato cibo, finendo in una rocambolesca lotta acrobatica.