• Il sito del Coordinamento calabrese Acqua Pubblica "Bruno Arcuri"
  • Boicottiamo Israele!

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni, utilizzandolo tu accetti l'uso dei cookies sul tuo dispositivo.

View e-Privacy Directive Documents

Hai disabilitato i cookies. Questa decisione può essere modificata.

Hai acconsentito all'utilizzo dei cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/fql?q=SELECT%20share_count%20FROM%20link_stat%20WHERE%20url%20%3D%20%22http%3A%2F%2Fwww.csoacartella.org%2Findex.php%2Fcomponent%2Fcontent%2Farticle%2F113-primapagina%2F1402-dalle-ore-18-30%3FItemid%3D18%22): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /home/verdebinario/webapps/csoacartella_org/plugins/content/fastsocialshare/fastsocialshare.php on line 148
Luglio
04
2018

10 Luglio Testimonianze dal Kurdistan:"HEVALEN" di Davide Grasso

Scritto da Super User

 

testimonianze dal kurdistan

 

Dalle ore 18:30 il CSOA Angelina Cartella propone un incontro con una parte di contemporaneità che troppo spesso non riesce a far breccia tra le mura della comunicazione di massa, una contemporaneità fatta di popoli che resistono, nonostante le grandi violenze ed ingiustizie perpetrate sulla loro gente, ci sono popoli che tracciano ed indicano cammini nuovi e rivoluzionari di liberazione e uguaglianza. Rojava è il Kurdistan siriano, dove dal 2011 è in corso una rivoluzione, il grande esperimento delle comuni e del confederalismo democratico, la rivoluzione del XXI secolo.

Come non accadeva dai tempi della guerra civile spagnola, donne e uomini da tanti paesi hanno deciso di raggiungere il Rojava e partecipare alla rivoluzione, armi alle mani. Uno di loro era Davide Grasso, militante del Centro sociale Askatasuna e del Movimento No Tav. A fargli prendere la decisione è stata la strage al Bataclan di Parigi, il 13 novembre del 2015.


"Hevalen", che in curdo significa "i compagni" è la storia -ibrida, ruvida, entusiasmante- del suo viaggio, della sua guerra, delle contraddizioni che ogni rivoluzione si porta dentro e deve affrontare.
Nel corso della presentazione del libro verrà proiettato il documentario "Women revolution" sulla costruzione dell'autodeterminazione e delle strutture delle donne in Rojava.


A seguire, cena sociale a base di piatti tipici curdi.

 

Categorie
Tags
Kurdistan